URBINO MUSICA ANTICA 2018
Arpe storiche con Chiara Granata 24-28 luglio 2018

Arpe storiche con Chiara Granata 24-28 luglio 2018

...

PROGRAMMA DEL CORSO

 

Il corso si rivolge ad arpisti interessati a conoscere o approfondire la tecnica ed il repertorio per arpa nel periodo Rinascimentale, Barocco e classico.

A seconda delle necessità degli allievi verranno messe a disposizione un’arpa doppia italiana ed un’arpa classica a movimento semplice.

 

Arpa doppia:

 

E’ previsto un percorso di introduzione all’arpa doppia per conoscerne le caratteristiche e le  possibilità tecnico-espressive: a partire dall’esecuzione di piccoli brani di epoca rinascimentale e barocca si esploreranno le peculiarità sonore dello strumento, l’uso delle diteggiature antiche e  si farà esperienza dei rudimenti del basso continuo.

 

A chi ha già una formazione sulle arpe doppie si propone l’approfondimento di un repertorio specifico concordato con l’insegnante.

A titolo di esemplificazione si propongono di seguito alcuni possibili repertori consigliati:

 

-       L’arpa doppia italiana: il repertorio principale di primo Seicento (G.Frescobaldi, A.Majone, G.M.Trabaci, etc.)

-       Il basso continuo nella musica seicentesca italiana C.(Monteverdi, G.Caccini, S. D’India, O.Michi, etc.)

-       L’arpa gallese e la scrittura di Haendel per lo strumento

-       Il basso continuo negli anni di Corelli e Vivaldi

 

Arpa a movimento semplice (o esecuzione del repertorio classico sull’arpa moderna).

 

E’ previsto un percorso introduttivo al repertorio e alla trattatistica storica dedicata allo  strumento che guidi all’esecuzione della musica del XVIII e XIX secolo su strumenti originali. Per chi avesse già una formazione sull’arpa a movimento semplice è possibile l’approfondimento di un repertorio specifico.

 

Infine, si propone un percorso rivolto a chi fosse interessato ad approfondire questioni stilistiche relative alla musica classica e barocca in vista della sua esecuzione sull’arpa moderna.

A titolo di esemplificazione, ed in relazione al  repertorio richiesto dai principali concorsi d’arpa internazionali (20th Harp Contest Israel 2018 – 11th USA Internationale Harp Competition Bloomington 2019), si propongono di seguito alcuni possibili repertori:

 

Le sonate per strumento a tastiera di J.Haydn

I preludi e fughe dal clavicembalo ben temperato di J.S. Bach

 

Livello: principiante*/ intermedio/avanzato

*: per accedere al livello principianti non è necessaria una formazione sulle arpe storiche, ma viene richiesta una competenza pratica di base sull'arpa o su uno strumento a tastiera

 

Il corso non prevede audizione ma è necessario prendere contatto con la docende prima dell'iscrizione (ch.granata@gmail.com) per stabilire il livello ed il programma di studi da svolgere.

 

CURRICULUM VITAE

Arpista milanese, dopo aver compiuto gli studi tradizionali al Conservatorio G. Verdi di Milano, si è specializzata nell’esecuzione della musica antica su strumenti originali, studiando con M. Galassi, conseguendo il diploma di arpa barocca (2005) e il diploma di arpa a movimento semplice (2012) all’Accademia Internazionale della Musica di Milano, e la laurea con lode al biennio superiore del Conservatorio Dall’Abaco di Verona (2007).

Ha al suo attivo produzioni con diversi ensemble specializzati nella musica con strumenti originali tra cui: La Venexiana, (dir. C.Cavina), I Turchini, Napoli (dir. A.Florio), Gusto Barocco, Stoccarda (dir. J. Halubek), Akademie fur Alte Musik, Berlino (dir. R. Jacobs), Cappella Mediterranea (L.G. Alarcón), l’Academia Montis Regalis, Mondovì (dir. A. De Marchi), l’Ensemble Matheus, Brest (dir. J.C.Spinosi), Los Musicos de su Alteza, Saragoza (dir. L.A.Gonzales), La Capella de Ministrers, Valencia (dir. G.Magraner), Ensemble Costanzo Porta, Cremona (dir. A.Greco), Akademia, Parigi, (dir. F. Lasserre), Trondheim Barokk Norway, (dir. M. Wahlberg), Catacoustic, Cincinnati USA (dir. A. Pappano), Collegium 1713, Praga (dir. Vaclav Lucks), Camerata Berna, Il Pomo d’Oro, La Pedrina (F. Pedrini).

Ha inciso per Eloquentia, Hyperion, Stradivarius, Dynamic, Glossa, Alpha, Sony, Deutsche Harmonia Mundi, ResonusClassic, Tactus. Eloquentia, K617, Fondazione Giorgio Cini. Tra le pubblicazioni recenti: The Medici Castrato, a homage to Gualberto Magli, Glossa 2014 e E. De Cavalieri, La rappresentazione di anima e di Corpo (R. Jacobs, Akademie fur Alte Musik) Harmonia Mundi 2015, F. Cavalli, Sospiri d’amore (C.Cavina, La Venexiana) Glossa 2016, A due Alti (C.Cavina, La Venexiana) Glossa 2017.

Si è laureata con lode in filosofia all’Università Statale di Milano, con una tesi di estetica musicale seicentesca, insignita del premio universitario “Dal Pra 1997-98” per la ricerca nelle discipline storico filosofiche, ed ha proseguito la propria ricerca nell’ambito dell’estetica musicale e della storia della musica. Tra le pubblicazioni si ricordano: “Le ombre, il chiaro e il distinto: l’esperienza musicale nelle pagine di Descartes”, (Materiali di Estetica, maggio 2001), il libro Sapere è un verbo all’infinito (con A. Granata ed E. Granata, Il Margine 2013), e lo studio organologico sull’arpa seicentesca «Un’arpa grande tutta intagliata e dorata. New documents on the Barberini harp», Recercare, XXVII 1-2, 2015.

Ha tenuto corsi e seminari sul repertorio barocco: Bari, Conservatorio N. Piccinni, Masterclass, Prassi, Stile e repertorio dell’arpa doppia (2014); Napoli, Conservatorio S. Pietro a Majella, Seminario L’arpa nel periodo barocco. (2010) Adria, Conservatorio G. Buzzolla, Biennio Superiore, Corso di arpa barocca (repertorio e basso continuo) (2005); Milano, Conservatorio G. Verdi, seminario L’arpa tra Rinascimento e Barocco (2003); Danton (Dallas) University of North Texas, Voice departmental, Masterclass: Italian vocal music in the first baroque age (2012).

We-Commerce 2018